Foto di Sergio DoriaIl Natale si avvicina insieme all’anno nuovo. Il primo anno di vita dei Daemons Cernusco si sta per concludere, tempo di tirare le somme e tempo di auguri. Lo scorso anno in questo periodo gettavamo le basi per la nuova società, quella che abbiamo festeggiato qualche giorno fa tutti insieme a cena.

Ed è proprio con questo TUTTI INSIEME che voglio augurarvi un felice Natale e, permettetemi l’inglese, “a wild and crazy new year!” Quest’anno abbiamo raggiunto grandi traguardi, i nostri ragazzi e ragazze si sono messi al collo qualche medaglia importante ma soprattutto abbiamo rinvigorito e rinsaldato lo spirito di gruppo, il senso di appartenenza alla grande famiglia Daemons.

TUTTI INSIEME abbiamo fatto tanto in poco tempo ma sono sicuro che sappiamo fare meglio. Vi lascio con le parole di un papà della nostra Under 16, abbiamo ricevuto la sua lettera sabato scorso poco prima della cena, che sintetizzano lo spirito che anima i Daemons Cernusco. GO DAEMONS

 

GB Arsuffi

 

“Ciao a tutti, volevo semplicemente ringraziare dirigenti, allenatori, genitori, tifosi improvvisati e meno… per aver fatto di questi ragazzi una squadra. Non ci capivo molto di american football e mi sono ritrovato a gioire e soffrire ad ogni punto, sugli spalti e guardando gameday. Come genitore ho visto il bello ed il brutto di questo sport, ma pur sempre ho visto crescere in mio figlio e nei suoi compagni la voglia di essere squadra. Ho visto il primo placcaggio su qb e ho visto il liscio poco dopo, l’ho visto entrare fiero insieme ai suoi compagni a  rappresentare la squadra e l’ho visto sbagliare un intervento, l’ho visto fermare un centrale lanciato ad una conversione e l’ho visto su un lettino di pronto soccorso lamentarsi che non poteva giocare… Ma l’ho visto soprattutto pronto a fare la cosa più semplice per i suoi compagni… dare l’acqua quando non poteva essere in campo.

Non so quanti genitori valorizzino questi gesti, perché certi valori sono forse un po’ fuori moda e non si leggono nemmeno nei libri di scuola, ma nella vita e nel lavoro saranno le basi. Grazie a tutti coloro che hanno reso questi ragazzi una squadra e hanno insegnato a mio figlio che anche questo è essere squadra. Grazie a tutti i ragazzi per avermi/ci fatto divertire, alcune azioni sono state impressionanti e Grazie per averci messo tutta la vostra passione, sono sicuro che avrete tempo per giocare al massimo livello.”

 

Foto sulla destra di Sergio Doria

Foto di Sergio Doria
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram