La Pioggia di Scorpioni spegne i Daemons

Foto di Juliana JuicePartita difficile da digerire per i Daemons, il pensiero comunque dei coach dei singoli reparti è che nulla non ha funzionato. Già ad inizio partita, gli infortuni nel team di attacco di Claudiu Baias – colonna portante della “vecchia guardia” Daemons – e dell’atletico QB Luca Crimella, non hanno di certo contribuito a cambiare le sorti di una giornata decisamente negativa (Foto sulla destra di Juliana Juice).
Il campo difficile e la pioggia battente ha in parte condizionato alcuni momenti della partita, ma questo non ha scoraggiato gli ospiti di casa. Primo touchdown, infatti, segnato da Moruzzi, porta gli Skorpions in vantaggio di 6 punti sui Daemons. Il primo tempo si chiude con un punteggio di 9 a 0 grazie ad un pulitissimo field goal degli Skorpions.
Secondo tempo in campo, tutto poteva ancora cambiare le sorti della partita. Nel corso dell’intero match, i fumble dell’attacco Daemons hanno favorito la determinazione degli Skorpions, ma forse, proprio al terzo quarto l’intercetto del capitano dei Daemons, Fabio Sangalli, avrebbe potuto cambiare le sorti della partita. Lo stesso capitano dice “Ho preso la palla dentro al campo, sono slittato con la palla in mano per circa 2 metri, mantenendomi in equilibrio fin oltre la linea di fine campo, lasciandomi la scia delle scarpe sul terreno fangoso, ma la posizione non favorevole degli arbitri non ha favorito il nostro intervento e quindi niente da fare… la palla è stata lasciata all’attacco degli Skorpions”. Non potremo mai sapere se l’approvazione dell’intercetto avrebbe cambiato le sorti della partita, ma l’intercetto era non tanto distante dalla endzone dei Daemons, e con un vantaggio ancora così ridotto l’attacco, anche senza 2 dei suoi
titolari importanti, aveva tutto il potenziale per segnare.
Gli Skorpions non mollano, il loro attacco non sbaglia e fino al termine della partita segnano 2 nuovi touchdown, entrambi ben finalizzati con calcio nella porta – portando il risultato finale sul 0 a 23.
Che dire, ora i coach Daemons avranno tanto da fare, ci saranno stravolgimenti nel team? Lo scopriremo presto, visto che domenica prossima già si gioca ancora a Cernusco contro i Blacks.
Il gruppo Daemons è unito, i ragazzi si allenano in campo e fuori campo con costanza: il potenziale Daemons c’è, ed è davvero alto, ma non riescono ancor a dimostrarlo sul campo in modo efficace

Foto media:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram