Bowl di Parma, il resoconto

Foto di Marcello PozzoniDomenica si è giocato a Parma il primo Bowl della stagione flag junior.

La giornata inizia con la partita della u15, che conta diversi ragazzi appena saliti dalla u13. Hanno iniziato alla grande come ambra ci racconta: “I ragazzi hanno giocato bene
È stato il parere di tutti noi, coach Gigi compreso. Matteo e Erica hanno giocato come qb e hanno completato molti passaggi, soprattutto nella prima partita. Purtroppo In entrambe le partite hanno mollato un po’ alla fine.
Hanno sofferto sulle corse, mancando qualche flag importante, soprattutto con i Lions.
Invece sui passaggi hanno coperto di più e meglio
Con i Lions hanno segnato Enzo su ricezione e con 2 intercetti riportati e Chiara sempre su passaggi di Matteo. Belli anche i 2 sack di Tommy, velocissimo come al solito.
Nella Seconda partita ha segnato Erica su passaggio di Matteo, belle anche le ricezioni di chiara. La difesa si è mostrata più concreta con i 3 sack di Erica e 1 di Tommy e tanti deflag di alessandro, boomer e mattia.
Siamo contenti di aver rivisto in campo anche Lorenzo dopo un lungo periodo di malattia.
Purtroppo nella seconda partita ci e mancato Enzo infortunato.

 

Senza parlare di statistiche, direi che i ragazzi hanno giocato con la testa, sono stati molto lucidi, coscienti dei limiti hanno rischiato poco e Hanno dato prova di concretezza e maturità. 

Peccato abbiano mollato alla fine per calo fisico e un po’ di inesperienza.
Vorrei fare un paragone per favi capire cosa intendo. L’Under 15 dello scorso anno era istinto, potenza e spettacolo.
L’Under 15 di quest’anno è lo schema studiato, il lancio ragionato che arriva nel posto giusto al momento giusto
Poco spettacolare, fatta di piccoli passi
Un gioco che non mi aspettavo da ragazzini di quell’età, che mi ha fatto dire wow,
Che nonostante la netta inferiorità fisica e numerica rispetto ai Lions, li ha fatti essere davanti alla fine del primo tempo.
Un flag antico, che ormai si vede poco sui campi, lo chiamerei di coach Gigi.
L’intelligenza di Erica e Matteo è stata proprio quelli di sostituire il fisico con il cervello…. Questo lo dico da mamma!

 

Passiamo all u13 e alle parole di Fabio che ci racconta le partite e le dinamiche della squadra.
“Innanzitutto ho visto Positività, squadra compatta, i ragazzi hanno partecipato tutti xsino Nicolò nonostante fosse reduce da un infortunio. I nuovi sono in piena sintonia con il resto del gruppo…bravi tutti ad accoglierli e renderli parte del progetto.
Conferme importanti per Walker e Christian. Molto positivo Denis migliori prestazioni di sempre… peccato non aver avuto Fabio a fare il tifo (bello scherzo Denis…).
Purtroppo nella prima partita di esordio i ragazzi si sono fatti innervosire dal gioco determinato dei lions… la risposta avrebbe dovuto più concreta e questo ci e costata la sconfitta di un punto.
Coi Panthers l’ atteggiamento di tutti e stato diverso, la crescita come persone e come squadra passa anche da queste esperienze. Giorgia si e messa a lanciare come sa, l’attacco ha girato bene e nick, andrea e riccardo hanno dato solidità.
Infine un complimento ai coach, che magari parlano poco, ma è bastato un ruggito di claudiu per svegliare la squadra e fare la differenza.
Dimenticavo…il commento compiaciuto del coach U15… “l’ anno prox questa è tt roba mia”.
Quando informato claudiu ha immediatamente ingaggiato un hacker russo per manipolare le date di nascita alla anagrafe…

 

Veniamo alla u17…. e qui purtroppo per i ragazzi la telecronaca ve la faccio io…
La u17 ha dato prova di essere genio, sregolatezza e grandissimo cuore.
La prima partita ha visto un primo tempo da dimenticare, dominato da una epidemia di Alzheimer cavalcante che non ha permesso di ricordare mezzo schema, accompagnato da blaterazioni incontrollate verso compagni arbitri, mondo e anche contro trump… Un grande assente: il divertimento. Dopo un buon inizio in difesa e un td segnato da matteo V. Il caos. Il tutto si è tradotto in un parziale di -3 td. L’intervallo e’ servito a prendere coscienza del disastro che si stava profilando, ma purtroppo è mancata la cazzimma di chiudere 5 opportunità a poche yard dal td.
Nella pausa l’esame di coscienza di Sofia a cui non manca di certo la voglia di vincere ha dato la giusta spinta a concentrarsi sul gioco, sui prossimi down e sulla voglia di divertirsi…
L’inizio non è facile nemmeno nella seconda partita ma l’orgoglio daemons questa volta esce, gli schemi cominciano a girare, i lanci si completano, le corse fanno guadagnare yards, le ricezioni sono da favola e la vittoria arriva.
Si chiude la giornata con La sfida più attesa, quella con i lions. Un buon inizio… ma una nuova epidemia colpisce le mani dei nostri ragazzi che invece di flags e palle prendono mosche andando sotto di due td. Tanto inspiegabile e stato l’arrivo della epidemia quanto la sua scomparsa: andrea non sbaglia uno snap, iniziano i lanci precisi di matteo e nick, le ricezioni spettacolari di Giulio e ale (anche in tuffo), i deflag di Davide, Fabio e sara, i blits a gogo di citte ed un intercetto / p-six pesante quanto chi lo ha messo a segno che riporta i ragazzi in parità, ma la conversione della vittoria non riesce ed il resto lo lasciamo alla statistica: i lions segnano e a portano a casa la vittoria.
Vi riporto anche le considerazioni di coach dario a fine partita
“Ai nostri ragazzi rimane il compito di ottenere un autorevole e necessario riscatto con la cosapevolezza che questi atleti hanno le potenzialità e sono in grado di ottenere la qualificazione vincendole tutte a Bergamo, devono solo volerlo! Ricordandosi che prima che dal punto di vista tecnico/atletico le partite si vincono da quello emozionale e soprattutto esprimendo il concetto di giocare divertendosi, i risultati vengono poi da se. “

 

Concludo con una carrellata delle cose più belle Che ci portiamo a casa.
Una under 13 che ha mostrato grandi potenzialità e che comincia a trovare la propria identità.
L’umiltà e la concertazione della u15 che fa meno faville di altre squadre ma che e stata capace di sorprendere gli avversari.
Lo spettacolo quando la u17 si ricorda quello che deve fare.
Le urla e le lacrime di passione del nostro pubblico negli ultimi minuti della gara con i lions
Il commento di Police alla fine della gara contro i lions: “pensavo di andarmene, ma ho fatto bene a rimanere, perché questa è stata la partita più bella della giornata”
Alcuni dei nostri ragazzi calmare il pubblico quando le emozioni sono diventate troppo intense.
L’abbraccio con un amico dopo una brutta discussione (non abbiamo dato un grande spettacolo, ma le amicizie crescono anche attraverso questi eventi e l’onesta di abbracciare chi ci sta davanti).

 

Chiudo con i ringraziamenti agli allenatori dario, michele, gigi, David, claudiu e flaviu per il lavoro fatto con i ragazzi… e ad elisa in attesa di vedere di nuovo la mini in azione.
Grazie ad Ale, elena, gigi ed Alessandra per la preparazione amministrativa e dei materiali. Ai nostri nuovi arbitri: elisa, flaviu e Laurent. Un grazie enorme a Roberto, quello esperto, che si è smazzato 5 partite di fila… un eroe. Non ti preoccupare James ha già parlato con la fidaf e ti triplicano lo stipendio.
Grazie ai genitori al seguito per aver scatenato un tifo quasi infernale…

 

Vi aspettiamo numerosi al 7 maggio a Bergamo, pronti a scatenare l’inferno…

 

Bravi Daemons!

Foto di Marcello Pozzoni
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram